sezione S                                           Indice sezione  S                               Indice generale

Squadre di calcio: la VIGOR del dopoguerra (1945)

Le ferite della guerra non si erano ancora rimarginate. Molte case del paese erano ancora diroccate. Eppure un gruppo di sportivi locali riuscì a regalare ai fucecchiesi un breve ma esaltante periodo di attività calcistica, forse il più bello in senso assoluto.
Giulio Moriani, Leandro (per gli amici, Renzo) Mengozzi, Vittorio Canovai, Giulio De Pasquale, Adrio Briganti, Alfeo Galgani, Orlando Lotti, Fiore Costagli, Libero Seghieri e Giustino Giustini iscrissero la rinata Vigor ad un Campionato misto che prevedeva la disputa di 8 partite.
La squadra venne affidata all'allenatore Indro Cenci la cui brillante carriera calcistica era stata troncata da un grave infortunio che lo aveva menomato dell'uso di una gamba e di un braccio.
Furono acquistati giocatori di grande valore, all'epoca disoccupati, quali Bertoni, ex campione olimpico e titolare della Nazionale; Assirelli del Livorno; Bonaccorsi (Foffo); Tossio dell'Alessandria; Cioni della Ternana; Peri e Guerrieri I della Lucchese; Donati della Pro Vercelli. Quattro furono i giocatori fucecchiesi inclusi nella rosa dei titolari: Umberto Galli, Riccardo Del Gronchio, Giannoni(Massarella) e Guerrieri II° detto Masetto.
Presero parte a questo Campionato misto le squadre del Montecatini, del S. Croce, del Castelfranco e del Ponte a Egola.
La Vigor non riportò neppure una sconfitta: vinse cinque incontri e ne pareggiò tre. Segnò 16 reti e ne subì una soltanto. Il Campionato misto venne vinto dal S. Croce.
Al termine di questo campionato tutti i giocatori, dato che la guerra era finita (25 aprile 1945), rientrarono alle loro sedi. Il gruppo dirigenziale della risorta Vigor si sciolse per evitare inopportune contaminazioni partitiche. Il grande calcio, a Fucecchio, era finito.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario