sezione P                                           Indice sezione  P-Q                               Indice generale

Prete antigranducale (1850)

Nel luglio del 1849, dopo il crollo della Repubblica Toscana, il granduca Leopoldo II░ rientr˛ dall'esilio di Gaeta.
La polizia granducale venne allertata perchÚ si temevano sommosse e soprattutto la formazione di movimenti sovversivi.
Nel febbraio del 1850 al Delegato di Governo di Fucecchio (questore di polizia politica) venne assegnato, come sede, il Palazzo Comparini, ex Galleni.
Al Delegato competeva la vigilanza anche nei comuni del Vicariato: Fucecchio, Vinci, Cerreto Guidi, Santa Croce, Santa Maria a Monte, Castelfranco e Montecalvoli. La situazione in tutto il territorio del Vicariato era molto tranquilla.
L'unica voce di dissenso - ma era soltanto una voce e non un movimento clandestino - era quella del parroco di Stabbia nel comune di Cerreto Guidi.
Il 2 settembre 1850, festa di S. Stefano re d'Ungheria, il parroco di Stabbia, rivolto ai fedeli, sentenzi˛:
- Questa mattina ricorre la festa di questi porci Re. Se dovessi pregare per l'imperatore rinnegherei prima Cristo.
Un giorno, trovandosi in casa di un certo fattore, rinneg˛ il Governo ed esalt˛ la Repubblica.
Una volta, prima di una cerimonia, grid˛ al sagrestano:
- Maledetto il Papa e Leopoldo II░ che hanno messo le feste!




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  «  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ esclusivamente sulla base della disponibilitÓ del materiale.
Pertanto, non Ŕ un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario