sezione P                                           Indice sezione  P-Q                               Indice generale

Porte castellane con torri (1300)

Quasi tutte le PORTE CASTELLANE erano munite di torri. Queste erano nel 1300 le porte con torri:

1- Porta BERNARDA. Viene menzionata fin dal 1288. Essa si trovava nell'attuale punto di incrocio fra via Arturo Checchi e piazza Montanelli. Davanti a questa porta vi era un importante nodo viario. Vi facevano capo la strada diretta a Colle Pietra, la strada diretta verso l'Arno, la strada per Santa Croce e quella per S. Miniato.
A questa porta con torre erano destinate le sentinelle per la custodia del castello. Presso questa porta avveniva il controllo e la pesatura delle biade che venivano introdotte nel castello.
Nel 1315 il Consiglio deliberò la costruzione, presso la porta, di un alloggiamento per gli esattori delle gabelle e la realizzazione di un ponte levatoio.
Questa porta con torre doveva il suo nome al fatto che nei suoi pressi sorgeva la casa di un dominus Bernardo di Prefetto vissuto intorno alla metà del 1200 e capostipite della casata dei SIMONETTI.
Nel 1500 la porta venne denominata anche Porta all'Osteria essendo situata in prossimità dell'osteria che si trovava nel fabbricato del negozio LIU', quello che fa angolo fra piazza Montanelli e Via Nazario Sauro.

2- PORTA NUOVA. Era detta anche Porta del Terrazzo. Fu aperta in fondo a Via Castruccio nel 1294.
Nel 1328 vi fu apposta la campana proveniente da S. Maria a Monte a ricordo della distruzione di quel castello ad opera dei fucecchiesi.
Nel 1345, in seguito alla sollevazione dei Della Volta che attraverso essa erano penetrati con la forza nell'interno del castello con l'intento di impadronirsene, venne innalzata la torre che il 10 agosto 1944 venne distrutta , con le mine, dai tedeschi.

3- PORTA SALARIA. Si trovava all'inizio di Via La Marmora. Era dotata anche di ponte levatoio per l'attraversamento del fosso in corrispondenza di Corso Matteotti. Una delibera prescriveva ai gabellieri di restare presso la Porta Salaria per controllare le imbarcazioni in transito sull'Arno, segno che il fiume doveva trovarsi a poca distanza da essa. La porta era dotata anche di una loggia destinata ai gabellieri.

4- PORTA VALLE. E' menzionata per la prima volta in un documento del 1289. Si trovava in fondo a via Mario Sbrilli alla confluenza fra le due Greppe, quella di Cammullia e quella del Cassero.
Veniva chiamata anche Porta di Pistoia perché vi faceva capo la strada diretta a quella città.

5- PORTA GIOVANNINA. E' menzionata in un documento del 1345.
Si trovava in un punto imprecisato del vicolo delle Carbonaie.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario