sezione P                                           Indice sezione  P-Q                               Indice generale

Piazza XX Settembre (o Piazzale) - 1895

Il 20 settembre 1895 la filarmonica locale, denominata Umberto I, di buon mattino sfilò per le vie del paese per ricordare a tutti che ricorreva il 25° anniversario della presa di Roma (20/09/1870).
Le finestre erano state tappezzate di tricolori e di festoni floreali. Alle ore 10, con alla testa un gruppo di ex bersaglieri fucecchiesi, si formò in piazza Montanelli un corteo che percorse Corso Matteotti, via Lamarmora, Borgo Valori, piazza Vittorio Veneto, via S. Giovanni, via S. Giorgio, via Castruccio e che fece ritorno in piazza Vittorio Veneto dove si sciolse. Nella piazza venne pronunciato un discorso celebrativo. L'oratore esordì con una punta di fierezza:

- In questo momento lo STENDARDO del Comune di Fucecchio sta sfilando insieme ad altre migliaia di stendardi per le vie di ROMA italiana. Lo portano i nostri consiglieri Francesco Pacchi, Emilio Bassi ed Ornato Vivaldi.
Un'ovazione interruppe l'oratore che poi proseguì:
- A perpetuare la memoria di questo fatidico avvenimento abbiamo deciso di chiamare Piazza XX Settembre il costruendo Piazzale.
Già nel 1870, subito dopo il plebiscito per l'annessione di Roma al Regno d'Italia, il Comune di Fucecchio aveva deliberato di aprire una piazza in ricordo della presa di Roma. Ed ora, dopo 25 anni, la delibera stava diventando esecutiva.
Dopo l'orazione ufficiale, la banda eseguì in piazza Vittorio Veneto, dalle ore 11 a mezzogiorno, marce e sinfonie. La festa non finì qui.
Alle ore 16 piazza Vittorio Veneto era gremitissima di persone, in maggioranza ragazze dai 16 ai 30 anni.
Per solennizzare ulteriormente il 25° anniversario della presa di Roma, il nostro Comune aveva istituito 4 doti del valore di 50 lire ciascuna da assegnarsi a 4 fanciulle nubili e povere di età compresa fra i 16 e i 30 anni. Ben 147 erano state le "fanciulle" ammesse all'estrazione.
Le fortunate vincitrici furono Montanelli Maddalena, Salvadori Ottavia, Gargani Mariangela e Guasqui Bianca.
Vinse un'altra dote di 40 lire, istituita dal Circolo Fucecchiese in collaborazione con la Società di Pubblica Assistenza, la "fanciulla" Bongi Maria.
A nessuna delle 5 fortunate, però, vennero corrisposte le 40 lire. Secondo il Regolamento le avrebbero ricevute il giorno del matrimonio o al compimento del 40° anno di età se non si fossero sposate. Dopo l'estrazione ci fu un altro servizio della filarmonica che durò fino alle ore 18.
Alle ore 20 tutti si portarono nel Piazzale (piazza XX Settembre) per assistere allo spettacolo di fuochi pirotecnici.
Alle ore 22 iniziò in piazza Vittorio Veneto il concerto della banda locale sistemata sotto la Loggia del Palazzo Pretorio.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario