sezione P                                           Indice sezione  P-Q                               Indice generale

Partito Socialista Italiano - P.S.I. (1892)

Questo movimento politico venne fondato al Congresso di Genova da Filippo Turati, Andrea Costa e Gregorio Agnini.
Anche a Fucecchio venne costituita una sezione del Partito Socialista. Ne furono promotori e fondatori Lelio Simoncini, Virgilio Papini, Alessandro Mariotti e Benvenuti Paolo.
Nel 1893, in occasione delle Elezioni Comunali, la sezione locale del partito socialista present˛ come proprio candidato uno dei suoi fondatori, l'ex garibaldino Lelio Simoncini. Il Simoncini non venne eletto.
A Fucecchio il partito socialista raccoglieva il consenso del mondo del lavoro, ma non riusciva mai a piazzare nemmeno un suo rappresentante nel Consiglio Comunale. La ragione era semplicissima: i lavoratori erano esclusi dal voto. Soltanto nel 1913 venne approvato dal Parlamento Italiano il suffragio universale, anche se limitato al mondo maschile.
In occasione delle elezioni comunali del 1908 i socialisti aderirono inizialmente ad una LISTA DI UNIONE POPOLARE da cui per˛ si ritirarono quasi subito. Presentarono allora una lista di minoranza unitamente al Partito Democratico Anticlericale nato da poco. Di questa lista non venne eletto nessuno.
Questo ennesimo insuccesso elettorale provoc˛, in campo giovanile, una divisione che approd˛ alla costituzione di due sezioni socialiste: quella riformista e quella massimalista diretta da Gaetano Pacchi.
I socialisti fucecchiesi trovavano mine dappertutto: quella dell'ala massimalista; quella del sindacalismo rivoluzionario in aperta concorrenza con i socialisti per quanto concerneva le rivendicazioni della classe operaia; quella degli anticlericali che con le loro manifestazioni seminavano il panico e soprattutto una irriducibile idiosincrasia nei confronti dei "rossi", i socialisti.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  «  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ esclusivamente sulla base della disponibilitÓ del materiale.
Pertanto, non Ŕ un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario