sezione O                                           Indice sezione  O                               Indice generale

Oro alla Patria (1935)

Il 2 ottobre 1935 le campane della torre civica suonarono a lungo a distesa.
I fucecchiesi si riversarono in massa in piazza Montanelli dove erano stati sistemati alcuni altoparlanti. Il segretario della sezione locale del Partito Nazionale Fascista informò i cittadini che di lì a poco il Duce Benito Mussolini "avrebbe fatto" un discorso importantissimo al popolo italiano per via radio. E fu così.
Mussolini annunciò che l'Italia aveva dichiarato guerra all'Etiopia e che la vittoria delle nostre truppe, nonostante le sanzioni, era certa.
Ma intanto per sopperire alle spese non indifferenti di questa guerra africana era necessario che tutti dessero un contributo in oro o in argento.
Nel mese di novembre il segretario politico del Fascio di Fucecchio, Dino Taviani, stabilì che anche la popolazione fucecchiese doveva dare il suo contributo d'oro e d'argento presentandosi alla Casa del Fascio che nel frattempo era stata trasferita da piazza Vittorio Veneto in piazza Montanelli, nel fabbricato attualmente ridotto ad appartamenti per le famiglie dei carabinieri.
Quasi tutte le donne sposate consegnarono spontaneamente la loro fede nuziale: in cambio ricevettero un anello di metallo inossidabile. Tutti, o con le buone o con le cattive maniere, dovettero consegnare qualche oggetto d'oro o d'argento. Pochissimi la fecero franca.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario