sezione O                                           Indice sezione  O                               Indice generale

Oratorio di S. Giobbe, detto anche della Madonna dell'UmiltÓ (1617)

Era posto in fondo a Via Mario Sbrilli, l'ultimo fabbricato sul lato destro, in prossimitÓ dell'antico pozzo ora coperto. Esso veniva chiamato anche Oratorio della Madonna dell'UmiltÓ e comprendeva una cappella con altare in pietra serena e una stanza mortuaria. Davanti alla chiesetta c'era una tettoia.
L'Oratorio era del Comune, come risulta da una delibera del 15 agosto 1617.
Nel 1770 detto Oratorio disponeva anche di una custode.
Il 10 aprile 1773 esso fu meta di una grande processione. Il vescovo e il Capitolo della Collegiata, infatti, si portarono processionalmente all'Oratorio di S. Giobbe per riconsacrare l'altare che era stato discostato dal muro di tre braccia a causa dell'umiditÓ che filtrava dalle pareti. Il paese intero si par˛ a festa. E tale festa fu allietata da una decisione del granduca Leopoldo che proibiva di fare i funerali fuori della propria parrocchia. Ci˛ stava a significare che sia i frati neri del Poggio Salamartano sia i frati di Piazza La Vergine non potevano officiare pi¨ i funerali e che quindi gli introiti di tali servizi sarebbero stati intascati dai sacerdoti della Collegiata.
Il 23 luglio1789 il Comune, per poter estinguere gli onerosi debiti contratti per la costruzione della nuova Collegiata (1787) e per far fronte alle spese da sopportare per gli Studi sulla Bonifica del Padule deliber˛ di vendere anche l'Oratorio di S Giobbe: entro il mese di febbraio del 1790 il nostro Comune doveva restituire al Monte di PietÓ la ragguardevole somma di mille scudi.
L'Oratorio e l'annessa stanza mortuaria furono venduti per 150 scudi al fucecchiese signor Banti.
L'Oratorio era giÓ stato sconsacrato dall'arciprete della Collegiata il 14 agosto 1786 su ordine impartito dal vescovo di S. Miniato il 1░ agosto 1786.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  «  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ esclusivamente sulla base della disponibilitÓ del materiale.
Pertanto, non Ŕ un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario