sezione O                                           Indice sezione  O                               Indice generale

Opera della chiesa e del monastero di S. Andrea (1544)

Il 4 ottobre 1544 il Ducato di Firenze istituì l'Opera del monastero e della chiesa di S. Andrea per "scaricare" le clarisse di tutti i problemi legati al loro sostentamento e alla manutenzione della chiesa e del monastero-convento.
La Signoria ducale desiderava che le clarisse si occupassero esclusivamente di Dio e della loro crescita spirituale.
Le nostre monache non apprezzarono il comportamento di Firenze e con una lettera pepata le prosternarono il loro dissenso, il loro malumore e soprattutto il timore che gli Operai vendessero tutti i beni del loro sodalizio.
Ancora una volta gli interessi materiali prendevano il sopravvento su quelli specificamente spirituali.
Le Magistrature fiorentine prescrissero al nostro Podestà, a scanso di equivoci, di far inventariare dagli Operai tutti i doni o ex voto offerti dai fedeli al CROCIFISSO miracoloso della chiesa di S. Andrea. Le clarisse non avevano mai esitato fino ad allora a svendere anche quelle preziose testimonianze di fatti prodigiosi come le grazie o i miracoli.
Con l'inventariamento dei doni diventava letteralmente impossibile la loro vendita.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario