sezione O                                           Indice sezione  O                               Indice generale

Oblate di S. Romualdo lasciano Fucecchio (1785)

Le oblate di S. Romualdo erano giunte a Fucecchio nel 1684 ed erano state sistemate in Corso Matteotti nel Convento di S. Caterina da Siena.
Nel 1783, dopo aver optato per il Conservatorio (scuola femminile), vennero trasferite, a seguito della loro soppressione, nel monastero di S. Salvatore da cui, nel frattempo, erano stati allontanati i padri conventuali, meglio conosciuti come frati neri.
Nel 1785 vennero trasferite nel Monastero di S. Salvatore anche una quarantina di clarisse del Convento di S. Andrea (in piazza dell'ospedale). I rapporti fra le oblate di S. Romualdo e le clarisse di S. Andrea diventarono così tesi ed opprimenti da indurre le romualdine ad abbandonare per sempre Fucecchio.
Il comportamento delle clarisse era stato, a dir poco, pesantissimo come lo si desume dalla lettera che la priora delle oblate scrisse al suo confessore.

"......Mi farà la finezza di fare noto a monsignore la mia partenza insieme con suor Gertrude e suor Colomba e che io assolutamente non ci
potevo più stare temendo ancora la VITA mia e delle altre ché se io ho avuto un profondo silenzio e lassato fare ciò che vogliono, io credo che non sarei VIVA sicché vivere con timore e ogni momento dubitare di affronto e vivere da disperati sicché sa che le contingenze presenti mi hanno portato, la VITA è cara a tutti e il medesimo lo dico per parte di suor Benedetta che più di me può temere. La medesima va a Montopoli."




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario