sezione M                                           Indice sezione  M-N                               Indice generale

Montanelli Giuseppe: gli anni gloriosi (1849)

Uno dei punti cardinali del programma elettorale di Giuseppe Montanelli era la convocazione di un'Assemblea Nazionale Costituente.
Il granduca Leopoldo II°, dapprima favorevole, rinnegò questo punto programmatico e preferì latitare prima a Siena, poi a Porto Santo Stefano ed infine, il 7 febbraio 1849, a Gaeta.
Agli inizi di marzo (1849) i toscani, con una votazione-referendum trasformarono il Granducato in Repubblica Toscana e ne sancirono l'unione alla Repubblica Romana. Anche tutto il Capitolo della Collegiata aveva votato a favore della Repubblica Toscana e, per questa ragione, incappò nella scomunica.
Il Governo della neonata Repubblica venne affidato ad un triumvirato formato da Giuseppe Montanelli,dal Guerrazzi e dal Mazzoni.
Il 20 marzo1849 il re del Piemonte Carlo Alberto ruppe l'armistizio e riprese la guerra contro l'Austria. Questa guerra durò soltanto tre giorni e si concluse con la sconfitta del Piemonte.
Di fronte a questo evento, tragico, la Repubblica Toscana prese due decisioni:
1- Nominò il Guerrazzi DITTATORE della nostra Repubblica.
2- Inviò il nostro Giuseppe Montanelli a Parigi a perorare la causa della Repubblica Toscana presso Napoleone III°. Montanelli avrebbe dovuto convincere Napoleone III° a difenderci militarmente sia contro il granduca Leopoldo II° sia contro l'Austria che con le armi avrebbe sicuramente tentato di ristabilire lo statu quo anteriore al 1848. Montanelli non ottenne niente di tutto questo.
Il viaggio di Montanelli a Parigi, dove rimase in esilio per 10 anni, venne considerato dai toscani una fuga, addirittura un atto di tradimento.
Questo giudizio gli alienò anche la simpatia dei fucecchiesi e segnò l'ineluttabile declino della popolarità del nostro concittadino.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario