sezione M                                           Indice sezione  M-N                               Indice generale

Monastero o Abbazia di S. Salvatore (1001)

Il primo conte di Borgonuovo di Fucecchio, Kadolo, nel 986, aveva fatto costruire vicino al Ponte di Bonfiglio, sull'Arno, un Oratorio dedicato a Gesù Salvatore.
Nel 1001, il secondo conte di Fucecchio, Lottario, fece edificare, accanto all'Oratorio di S. Salvatore, un piccolo monastero esso pure intitolato a S. Salvatore.
La chiesa e il monastero vennero affidati ai monaci benedettini.
Nel 1006 il piccolo monastero venne elevato al rango di Abbazia.
Questa abbazia fece molta pubblicità ai cadolingi e favorì l'espansione urbanistica di Borgonuovo.
Nel 1068, dopo la prova del fuoco superata dal vallombrosano Pietro Igneo, il monastero di S. Salvatore venne affidato ai monaci Vallombrosani di Giovanni Gualberto.
Per merito dell' ex abate Pietro Igneo, nel 1085, il nostro monastero ottenne da papa Gregorio VII° il considerevole privilegio del NULLIUS DIOCESIS.
Per effetto di questi privilegio l'Abbazia di S. Salvatore e tutte le sue pertinenze non dipesero più dalla diocesi di Lucca bensì dalla Santa Sede e basta.
Il Monastero fondato da Lottario rimase nelle vicinanze del ponte di Bonfiglio fino all'anno 1105.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario