sezione M                                           Indice sezione  M-N                               Indice generale

Millenario della chiesa di S. Salvatore: cronaca della S. Messa (1986)

Domenica 13 aprile 1986, alle ore 10,30 Ŕ stata concelebrata nella chiesa di S. Salvatore la Messa del Millenario.
Questi i concelebranti:
- monsignor Paolo Ghizzoni, vescovo di S. Miniato;
- padre Lorenzo Russo, abate generale della Congregazione dei Vallombrosani;
- padre Candido Lorenzoni in rappresentanza del Generale dei Francescani Conventuali che officiarono questa chiesa dal 1299 al 1783;
- don Idilio Lazzeri, arciprete della Collegiata;
- don Carlo Favilli, priore della chiesa di S. Maria delle Vedute;
- don Mario Santucci, cappellano della Collegiata.
La concelebrazione, in gregoriano, si Ŕ avvalsa della partecipazione della locale Corale S. Cecilia diretta dal M░ Indro Beconcini.
Durante la concelebrazione, il vescovo di S. Miniato Ŕ stato colto ripetutamente da improvvisi malori. Se non fosse stato sostenuto dai concelebranti si sarebbe accasciato ai piedi dell'altare. Gli hanno prestato i primi soccorsi due medici presenti alla S. Messa: il prof. Giuseppe Lucci e il dott. Massimo Cecconi.
I fedeli hanno trepidato e molti hanno pianto. Quando il vescovo ha ripreso a concelebrare e dopo che ha impartito la benedizione, i presenti lo hanno applaudito a lungo.
Al termine della Messa, alle ore 12, mentre piovigginava, l'Abate Generale dei vallombrosani si Ú portato all'imbocco di via Mario Sbrilli dove ha benedetto l'immagine della Madonna ridipinta dal concittadino Gaetano Cenci.
Il Cenci, ospite delle clarisse da quasi un anno nella Foresteria del Monastero, ha dipinto una mezza dozzina di tele dedicate a Santa Chiara. Queste tele sono state sistemate nella Cappella intitolata alla santa sulla sinistra dell'altar maggiore.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  «  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ esclusivamente sulla base della disponibilitÓ del materiale.
Pertanto, non Ŕ un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario