sezione M                                           Indice sezione  M-N                               Indice generale

Maria Luisa, regina del Regno d'Etruria (1801-1807)

Con la Pace di Luneville (1801) l'Austria si ritirò dietro l'Alto Adige mentre Napoleone rimase padrone dell'Italia centro-settentrionale.
Napoleone costrinse il granduca lorenese Ferdinando III° a rinunciare ai suoi diritti sulla Toscana compensandolo con il Granducato di Wurtzbourg in Germania.
Il granducato di Toscana venne ceduto a Ludovigo di Borbone già duca di Parma e Piacenza.
Il Ducato di Parma e Piacenza passò sotto il Governo di Napoleone.
Il Granducato di Toscana prese il nome di Regno d'Etruria.
Ludovigo di Borbone e sua moglie Maria Luisa diventarono Re e Regina della Toscana (Etruria), anche se erano dei reali- fantocci alla mercé delle guarnigioni francesi di stanza nella nostra regione.
Il 2 maggio 1803 il nostro Re Ludovigo di Borbone morì.
Il Regno d'Etruria rimase nelle mani della Regina, la vedova Maria Luisa.
Il 28 giugno 1804, durante la seduta del nostro Consiglio comunale, fu annunciato che la Regina reggente Maria Luisa sarebbe venuta a Fucecchio, d'agosto, per la Festa di S. Candido.
Il Comune, intenzionato ad accogliere degnamente la Regina d'Etruria, deliberò

- di stendere un ponte sull'Arno per il più comodo transito di Sua Maestà;
- di preparare una squadra di 18-24 giovani a cavallo vestiti in uniforme: avrebbero scortato la Regina dal ponte al Palazzo destinato alla sua residenza;
- di costruire un arco trionfale all'ingresso del paese.
La visita, però, venne rimandata all'anno successivo a causa del recente stato di vedovanza di Maria Luisa.

Un anno dopo, il 24 agosto 1805, primo giorno dei festeggiamenti in onore di S. Candiso, giunse a Fucecchio, in visita ufficiale, la Regina d'Etruria Maria Luisa. E fu grande Festa per i fucecchiesi.

Il 27 ottobre 1807 Napoleone concluse a Fontainebleau un altro Trattato con il Re di Spagna.
Napoleone assegnò alla nostra regina Maria Luisa il Regno della Lusitania settentrionale in Portogallo ed annetté il Regno d'Etruria alla Francia. Sul nostro Regno venne collocata Elisa Baiocchi, sorella di Napoleone e moglie di Felice Baiocchi.
Maria Luisa dovette far fagotto e partirsene per il Portogallo.
A Cafaggiolo, presso Barberino di Mugello, il corteo di Maria Luisa incontrò quello di Elisa Baiocchi. Le due donne neppure si fermarono.
Maria Luisa uscì così per sempre dalla scena politica della Toscana.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario