sezione M                                           Indice sezione  M-N                               Indice generale

Marcia su Roma (1922)

Anche un manipolo di fascisti fucecchiesi volle prendere parte alla Marcia su Roma prevista per il 28 ottobre 1922.
Partirono di notte, sopra un camion guidato da Pietro Mannini. Pietro li accompagnò alla stazione ferroviaria di Empoli.
Su di un vagone in sosta scrissero, con il gesso, FUCECCHIO. Era il 27 ottobre.
L'indomani giunsero a Roma e presero parte alla Marcia, pacifica, dato che Re Vittorio Emanuele III° impedì al capo del Governo, Facta, di proclamare lo stato di assedio.
Facta si dimise. Ed il Re, seduta stante, conferì a Mussolini che si trovava a Milano l'incarico di formare il nuovo Governo.
Mussolini raggiunse Roma in treno.
Ad attenderlo alla stazione c'erano anche i fascisti fucecchiesi.
E proprio sulla spalla di un fascista fucecchiese Mussolini assestò una pacca di compiacimento.
Qualche anno dopo, negli anni '30, a tutti coloro che avevano preso parte alla Marcia su Roma venne assegnato un premio di mille lire.
Nel 1945, dopo la fine della guerra, gli squadristi fucecchiesi dovettero restituire alla sezione locale del P.C.I. le famose mille lire di premio.




fucecchionline.com  di  G. Pierozzi  ®  2002 / 2015

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario