www.fucecchionline.com

Fucecchio: Sant'Andrea, monumenti del centro storico

Home Page INDICE
Area Piazza dei Caduti
LA STATUA DI ELOISA


 

Commissionata nel 2003 dal defunto sindaco Florio Talini all’artista di fama internazionale Arturo Carmassi, venne installata nella rocca, in bella vista, ed inaugurata l’8 maggio del 2007.
La scultura di Arturo Carmassi è un blocco unico di marmo bianco di Carrara, di 57 tonnellate, dai lineamenti mossi raffigurante una figura femminile, Eloisa appunto.
Eloisa, parigina nata nel 1099, è una coetanea della torre grossa della nostra Rocca. A 17 anni, Eloisa, la più bella e colta tra le fanciulle parigine, conobbe, proprio a Parigi, il più celebre maestro di logica, filosofia e teologia di quel tempo: il trentanovenne chierico (sacerdote) Abelardo. E fu subito amore appassionato, sconvolgente, irresistibile. Tristano ed Isotta, Paolo e Francesca, Giulietta e Romeo non reggono il confronto con Abelardo ed Eloisa.
Sconvolgente è anche la storia di questi due amanti. Ebbero un figlio – Astrolabio - , si sposarono, ma furono costretti a separarsi e definitivamente.
Lui, castrato per vendetta, morì nel 1142 all’età di 65 anni; Eloisa, diventata monaca, morì nel 1164 all’età, guarda caso, di 65 anni. Costretti a separarsi dopo due anni di intensa passione, i resti di entrambi riposano adesso nella stessa cappella del cimitero parigino Père Lachaise.
La statua di Arturo Carmassi, imponente, assume agli occhi dei visitatori ignari della storia di Eloisa la connotazione della sentinella silenziosa ma imbattibile della Rocca. Ma per coloro che conoscono la storia di Abelardo ed Eloisa questa statua, per la solidità della sua impostazione, inquadrata fra le quinte di questa fortezza e con il fondale azzurro del cielo vuole forse attestarci che l’amore fra due esseri umani può avere una durata eterna.

Home Page INDICE




fucecchionline.com 
®  2002 - 2015

Immagini della Toscana www.toscanavacanzeviaggi.it
Ospitalità in Toscana www.retetoscana.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario