www.fucecchionline.com

Fucecchio: Sant'Andrea, monumenti del centro storico

Home Page INDICE
Area Piazza dell'ospedale
IL RICOVERO DI MENDICITA' UMBERTO I°

Il 2 ottobre 1904, oltre al monumento dedicato a Re Umberto I°, venne inaugurato anche , in piazza dell'ospedale, il Ricovero di Mendicità realizzato di fianco al palazzo dell’asilo che attualmente ospita la portineria e i vari uffici dell'amministrazione ospedaliera.
La costruzione del Ricovero (oggi Casa di Riposo) era stata deliberata il 31 luglio 1900 due giorni dopo l'uccisione di re Umberto I di Savoia ad opera dell'anarchico Giulio Bresci. In quella occasione vennero stanziate 1500 lire per iniziare, a partire dal 1901, la costruzione di un " Ricovero di mendicità per i vecchi impotenti " intitolato ad Umberto I proclamato dal nostro prosindaco Soldaini "Padre del Popolo ".
Lo Statuto che ne definiva le finalità e l'organigramma venne sottoscritto il 24 agosto 1908.
Al Ricovero potevano accedere i poveri di ambo i sessi. Esso doveva essere gestito da un Consiglio di Amministrazione formato da 4 Consiglieri e da un Presidente. I 5 membri del Consiglio di amministrazione venivano nominati dal Consiglio Comunale e duravano in carica 4 anni.
Questo l'elenco nominativo del Consiglio di amministrazione che sottoscrisse lo Statuto:
- G. Montanelli, Presidente
- dott. G. Montanelli, consigliere
- avv. A. Banti, consigliere
- C. Comparini Rossi, consigliere
- F. Moriani, consigliere
- Luigi Conti, segretario
Negli anni '40 il Ricovero venne trasferito in via Castruccio nel fabbricato ridotto nel 1995 a Casa Protetta.
Nel 1968, dopo un sopralluogo effettuato da un funzionario della provincia di Firenze, il Ricovero di Mendicità venne soppresso per ragioni igieniche.
I ricoverati vennero trasferiti in blocco nello spedalino di Castelfranco di Sotto. L'ultimo sopravvissuto dell'ex Ricovero di mendicità è stato Brunero Orsi deceduto nel 1996.
 

Home Page INDICE




fucecchionline.com 
®  2002 - 2015

Immagini della Toscana www.toscanavacanzeviaggi.it
Ospitalità in Toscana www.retetoscana.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario