www.fucecchionline.com

Fucecchio: Sant'Andrea, monumenti del centro storico

Home Page INDICE
Area Piazza dei Caduti
MONUMENTO AI CADUTI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Il terzo monumento innalzato a Fucecchio, dopo quelli di Giuseppe Montanelli e di Re Umberto I, in ordine di tempo, fu quello dedicato ai Caduti della prima Guerra mondiale.
Questo monumento venne inaugurato il 25 giugno 1922, come si può leggere nella relazione trovata in archivio e qui sotto riportata:
“Una piazza……Una cerimonia da non dimenticare. Il 25 giugno 1922 si svolse a Fucecchio in piazza Vittorio Veneto una delle più grandiose cerimonie civili di tutti i tempi: lo scoprimento del monumento ai Caduti della prima Guerra mondiale.


Via La Marmora, piazza Niccolini, Borgo Valori e piazza Vittorio Veneto vennero addobbate con decorazioni bellissime.
La delegazione degli invitati presieduta da Sua Altezza Reale Ferdinando di Savoia, Principe di Udine, venne ricevuta in Municipio. Qui, il Presidente del Comitato fucecchiese per il monumento ai Caduti, il rag. Giuseppe Taddei, consegnò detto monumento al Comune di Fucecchio.
Dopo l’atto di donazione svoltosi in municipio, la delegazione degli invitati e le autorità comunali, precedute dalla locale filarmonica, si portarono in corteo in piazza Vittorio Veneto dove erano schierati rappresentanti di tutte le armi dell’esercito italiano.
Consegna di monumento.
Vittorio Emanuele III° per grazia di Dio e per volontà della Nazione Re d’Italia.
L’anno 1922 e questo dì venticinque del mese di giugno, in Fucecchio e precisamente in via La Marmora.
Premesso:
Fino dall’ottobre 1919 si costituiva in Fucecchio, sotto la presidenza del sig. rag. Giuseppe Taddei, un Comitato per onorare la memoria di quei cittadini che nella recente immane guerra sacrificarono la vita per la sicurezza e per la gloria della Patria nostra.
Il Comitato, raccolti i fondi necessari mediante pubbliche sottoscrizioni ed il contributo del Comune, degli Enti locali e delle Associazioni di vario genere, affidò allo scultore fiorentino sig. Augusto Miniati, allievo dell’illustre prof. Raffaello Romanelli, l’esecuzione di un monumento che consiste in un obelisco di travertino di Rapolano alto oltre sei metri.
Sul davanti un nudo bronzo, rappresenta un guerriero che, colpito a morte, cade riverso e nello spasimo dell’agonia si comprime con la mano sinistra la ferita, mentre il braccio destro non ha più la forza di sorreggere la daga che gli sfugge dalla mano.
Una Vittoria alata, essa pure in bronzo, posta sul davanti dell’obelisco, ed al di sopra della figura del guerriero, sta a significare la visione della vittoria che passa rapida dagli occhi del morente.
Nel retro, in bronzo, lo stemma di Fucecchio contornato di quercia ed alloro. Su tre lati dell’obelisco sono incisi i nomi dei gloriosi Caduti.
Il Comitato deliberava che l’inaugurazione si effettuasse oggi 25 giugno, quarto anniversario della vittoriosa controffensiva del Piave.
Sua Maestà il Re degnandosi di soddisfare all’ardente voto della popolazione tutta, si compiacque designare a suo rappresentante alla cerimonia dell’inaugurazione Sua Altezza Reale Ferdinando di Savoia, Principe di Udine, che in tale Sua Augusta qualità si compiace assistere all’atto presente.
E volendo il Presidente del Comitato sig. rag. Giuseppe Taddei procedere alla consegna del Monumento sopra descritto e situato in piazza Vittorio Veneto al Commissario del Comune di Fucecchio sig. avv. Alberto Doddoli, perciò:
Per il presente atto pubblico apparisca e sia noto come:
Avanti a me avv. Boari Vittorio, Regio Notaro residente in Fucecchio ed inscritto al Collegio notarile di Firenze e senza la presenza dei testimoni, per avervi rinunciato i signori Comparenti avendo requisiti di legge e sempre alla presenza di Sua Altezza Reale Ferdinando di Savoia Principe di Udine, si sono personalmente costituiti l’Illustrissimo sig. rag. Giuseppe di Francesco Taddei, possidente nato a Fucecchio e residente a Firenze e l’Illustrissimo sig. Alberto Doddoli fu cav. Alessandro, legale, nato e domiciliato a Fucecchio, da me Notaro personalmente conosciuti, i quali hanno dichiarato quanto appresso:
L’Illustrissimo rag. Giuseppe Taddei Presidente del Comitato fucecchiese per il monumento ai Caduti in guerra ha dichiarato di consegnare al sig. avv. Alberto Doddoli, Commissario prefettizio per il Comune di Fucecchio, il quale con grato animo accetta, il Monumento sopra dettagliatamente descritto, opera dello scultore Augusto Miniati ed innalzato sulla piazza Vittorio Veneto di Fucecchio per volontà di popolo ad eternare la memoria dei valorosi che fecero olocausto della loro vita per la unificazione e la grandezza d’Italia nella guerra 1915-18.
Onde di quanto sopra rimanga perpetua memoria è stato redatto il presente verbale scritto da me Notaro che previa lettura datane ai Signori intervenuti è stato da essi approvato e quindi sottoscritto tanto in calce quanto in margine dei fogli non contenenti le firme finali insieme a me Notaro ed è stato pure firmato a titolo d’onore da Sua Altezza Reale Ferdinando di Savoia Principe di Udine.
L’intero atto occupa con lo scritturato le prime cinque pagine per intero e porzione della sesta fino a questo punto.
Per copia conforme all’originale che si rilascia alle richieste del Commissario prefettizio del Comune di Fucecchio sig. avv. Alberto Doddoli.”

Home Page INDICE




fucecchionline.com 
®  2002 - 2015

Immagini della Toscana www.toscanavacanzeviaggi.it
Ospitalità in Toscana www.retetoscana.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale.
Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001

 


riproduzione vietata senza l'autorizzazione del legittimo proprietario